Home Da Rete Liberale Come è possibile?

Come è possibile?

10 min lettura
0
0
39
Donald-Trump-min.jpg

Articolo di Oscar Bartoli, avvocato, giornalista pubblicista, collabora con molti media italiani. Liberale italiano d’antan, già consigliere comunale a Firenze, da tempo trasferitosi a Washington DC.

“Come è possibile?”

“Possibile cosa? “

“Che uno come il vostro Don Aldo sia in grado di avere tanti milioni di fanatici accecati dall’entusiasmo e sostenitori fino alla morte…”

“Nonostante tutte le critiche rivolte al presidente degli Stati Uniti in carica, (rispondiamo all’amico che ci telefona dall’Italia), la risposta può essere arzigogolata o semplice. Lasciamo la prima ai politologi e ci addentriamo nella seconda…”

“Sono tutto orecchi” ci dice l’amico.

“Come sai la popolazione degli Stati Uniti, compreso chi ti parla, è sulla base dell’ultimo censimento composta da 328 milioni di persone (ma può darsi che si sia incrementata di qualche milione e lo vedremo con i risultati del prossimo Census.

Dati attendibili accreditano a Donald Trump il 30% di fans pari a 98 milioni di persone. Un altro 30% è dislocato tra democratici e indipendenti, quelli che votano insomma. Le prossime elezioni del 2020 a conferma o meno dell’attuale inquilino della Casa Bianca riguardano la bellezza di 132 milioni di americani (che non votano, perche’ a loro della politica non gliene puo’ fregare di meno) ed è su questi che sia i repubblicani che i democratici stanno ormai da mesi imbastendo la lunga campagna elettorale.

Questo per quanto riguarda le simpatie a livello chimico o di pelle, se preferisci. Ma se vogliamo restare al concreto in America oggi ci sono 153 milioni di persone registrate per il voto.

Come tu sicuramente sai, non è facile in questa nazione che si definisce il simulacro della democrazia a livello planetario andare a fare il proprio dovere di cittadini che esprimono consenso o dissenso e selezionano la classe politica.

I repubblicani, tanto per fare un esempio, sono un partito specializzato nel mettere trappole per impedire alle minoranze di colore di andare a votare. In alcuni Stati ci riescono splendidamente da decenni.

Poi ci sono quelli che temono che la registrazione al voto possa identificarli e consentire allo IRS, l’agenzia per l’imposizione  e la raccolta delle tasse, di metterli nel mirino.

C’è il problema tutto americano dei voti elettorali che non corrispondono ai voti popolari perché altrimenti al posto di Trump ci sarebbe oggi la Hillary Clinton. Un’altra singolarità della democrazia americana che grida vendetta ma che difficilmente potrà essere modificata nei prossimi decenni.

Donald Trump è stato eletto con 63 milioni di voti. Se si considerano i miliardi impegnati dai partiti e dai candidati per ogni elezione presidenziale ci si rende conto di quanto sia il costo di ognuno di questi voti che va a pesare alla fine della fiera su tutta l’economia nazionale con il risultato che chi più ha dato più riceverà poi in termini di aiuti, commesse, posizioni da ambasciatore e via citando.”

“Va bene, questo per quanto riguarda i numeri. Ma non mi hai risposto per quale ragione questo bizzarro individuo stia riscuotendo tanto successo tra decine di milioni di persone e non si tratta soltanto di gente con un limitato bagaglio culturale…”

“Eccoci arrivati al punto: la cultura protestante di questo paese è quella che condiziona da secoli i comportamenti individuali a cominciare dai primi anni dell’educazione scolastica.
In pubblico non si alza la voce (se lo si fa in privato qualcuno può chiamare la polizia per farti arrestare), fare la fila è un dogma e chi non lo rispetta viene giudicato un cialtrone. Le tasse si pagano per la semplice ragione che se poi scoprono che sei un evasore anni di galera non te li toglie nessuno.
In pubblico non si usa un linguaggio scurrile e tantomeno in televisione.
Anche se i giovani non sanno più come comportarsi con le ragazze perché se allungano una mano possono essere denunciati e passare un sacco di guai, resta il fatto che-sulla scorta della pressione mediatica fatta da organizzazioni di tipo ‘me-too’- i millenari ruoli di genere sono stati aboliti e in questa grande confusione a rimetterci sono soprattutto le donne che devono prendere loro l’iniziativa se vogliono trovare qualcuno con cui accoppiarsi.”
“Va bene: tutto questo è noto e allora?”
“Allora arriva un tale, pieno di soldi e anche debiti, che alla gente parla in maniera comprensibile ovvero utilizzando un linguaggio di 100 parole con il contrappunto di oscenità.
Aggiungi che la famosa affermazione secondo cui quando incontri una bella donna non devi darle la mano ma palparla in zona genitale (crab them by the pussy) avrà pure scandalizzato tante femministe ma è stata accolta con sollievo da una preponderante categoria di maschi castrati psicologicamente da anni di antimachismo imperante. E non è detto che sia dispiaciuta nemmeno segretamente a molte appartenenti al gentil sesso sulla scorta di quanto il poeta romano soleva dire: ‘Illa vis grata puellis’ ovvero ‘quella gentile forza che piace alle donne’. (Ovidio- Ars Amatatoria- 43 aC).”

“Ma che stai dicendo? Ti metti a giustificare i porconi, i più noti dei quali stanno attraversando grane giudiziarie a non finire?”

“Non mi fraintendere. Stiamo parlando di un tale che riesce ad essere comprensibile a milioni di persone perché gli parla alla pancia, fa finta di comprendere la rabbia della declassata media borghesia, lui modello di adultero, puttaniere che rifiuta di pubblicare le proprie dichiarazioni delle tasse, sconvolge i canali diplomatici tradizionali credendo di poter instaurare con tre o quattro dittatori un rapporto personale.

Puntualmente smentito poi dai comportamenti di questi presunti amici che con il suo atteggiamento irresponsabile ha posto su un  piedistallo di immagine analogo a quello del presidente del piu’ importante stato planetario.

E che vuoi che sia se Vladimir Putin gli ha dato una mano inserendosi nelle meningi di 120 milioni di americani nelle elezioni presidenziali del 2016? È così simpatico e divertente Donald!

Forse non ti ho convinto, ma ti posso assicurare che questa telefonata ha accentuato la mia depressione. (E questo e’ grave alla vigilia del mio compleanno).
Ti saluto.”

Oscar

Link all’articolo:  https://oscarb1.blogspot.com/2019/07/come-e-possibile.html

Carica articoli correlati
Carica articoli di Redazione Rete Liberale
Carica altri artcoli Da Rete Liberale

Lascia un commento

Leggi anche

La legge elettorale: procedimento a Messina