Home Da Rete Liberale Il fascismo e i silenzi pericolosi

Il fascismo e i silenzi pericolosi

3 min lettura
0
0
42
cosa-centra-il-fascismo-min.jpg

Paolo Mieli, nella sua nota dal titolo “Ma che cosa c’entra il fascismo?”, apparsa oggi nel Corriere della Sera, prende spunto dall’affermazione di Moscovici che aveva considerato pericoloso il gesto del leghista che aveva calpestato i suoi appunti al termine della Conferenza Stampa sulla bocciatura del Bilancio italiano dichiarando “Da qui al fascismo il passo è breve!”, per fare una riflessione sull’uso, secondo lui, improprio del termine. E per rafforzare questa convinzione, fa una carrellata sugli uomini politici italiani e stranieri che, nel tempo, sono stati definiti fascisti in seguito a provvedimenti ed atteggiamenti di tipo autoritario senza che lo fossero.

In ragione di ciò, invita “a non indulgere alle evocazioni facilone” e a non fare riferimento al fascismo in occasione di alcuni comportamenti! Mieli pensa, forse, che così si possa tenere lontano il pericolo di rivivere un’esperienza tragica per l’Italia. Sorprende che un giornalista-storico sicuramente democratico e che ha conosciuto anche personalmente gli effetti della dittatura fascista, ritenga che sia meglio non parlarne, insistentemente! Mi piace ritenere che proprio l’aver messo l’accento sui rischi che in alcuni momenti abbiamo corso, ha proprio evitato che si realizzassero.

In qualsiasi momento in cui non si rispetta e si condanna la libertà di opinione, dobbiamo ricordare che ci stiamo allontanando dalla democrazia liberale e che abbiamo iniziato un percorso verso l’autoritarismo che va fermato non tacendolo ma opponendoci responsabilmente, in tutti i modi legittimi. Anche dando del fascista!

In questo momento di crisi in cui c’è chi lavora per affermare la democrazia diretta contro quella rappresentativa, per una democrazia illiberale che è sinonimo di autoritarismo, il gesto del parlamentare europeo leghista non è un atto di villana scortesia, ma un episodio che assume un particolare significato di sfida alla democrazia liberale!

Per questo, sarebbe sbagliato non evocare il fascismo!

     di Pippo Rao

  • Imperatore-Ottaviano_520x347-min-1.jpg

    Augusto:lo vuoi davvero?

      Pubblichiamo questa interessante riflessione di Pietro Paganini #AUGUSTUS  Buona Do…
Carica articoli correlati
Carica articoli di Redazione Rete Liberale
Carica altri artcoli Da Rete Liberale

Lascia un commento

Leggi anche

Pennivendoli, sciacalli, puttane, e fango da spazzare!

Articolo di Catello Avenia La misura è quasi colma, o forse è già stata superata: questi g…